Senza famiglia

di Sandro Medici

FONTANA TREVI, RAPPRESENTANTI CASE FAMIGLIA IN PROTESTA - FOTO 6Di emergenza in emergenza, il Comune di Roma perde pezzi. Questa volta, a farne le spese non sono i senza casa (che pure poche ore fa sono stati sgomberati per l’ennesima volta da uno stabile pubblico vuoto e inutilizzato da quattro anni) ma addirittura i bambini. Le oltre 900 associazioni che si occupano delle case famiglia (Legacoop, Arci, Federsolidarietà, Caritas , Cnca e molti altri) si sono dati appuntamento due giorni fa in Campidoglio per un sit in di protesta. In gioco c’è la pura e semplice sopravvivenza dei mille e cinquecento bambini ospitati in case famiglia. La situazione di precarietà non riguarda però solo Roma o il Lazio ma comincia a diventare pesante in tutta Italia. Il problema è che i comuni non pagano le rette ma anche che le rette variano enormemente da zona a zona e che la “concorrenza” fa sì che i bambini vengano contesi “al minimo ribasso”. Il tutto condito da una inquietante analogia con quanto avvenne, a suo tempo, con la legge 180. (leggi tutto)


PresFanfullafinalIn Grecia ci sono riusciti, a ritrovare la sinistra perduta. L’esperienza di Syriza, che ha raccolto attorno a sé e al suo leader Alexis Tsipras decine di formazioni politiche e sociali, è diventata oggi un possibile modello anche per il nostro paese. Un modello in continua espansione: al punto da essere diventato il primo partito greco. Se ne discuterà stasera al Forte Fanfulla; l’occasione è la presentazione del libro-inchiesta di Matteo Pucciarelli e Giacomo Russo Spena Tsipras chi?.

Una discussione utile anche in vista delle prossime elezioni europee, alle quali parteciperanno le liste che in tutta Europa si sono gemellate nel sostenere la candidatura del giovane Tsipras. Oltre agli autori, saranno presenti Barbara Spinelli, Argiris Panagopoulos e Sandro Medici.


Per l’Angelo Mai

“Appello di amministratori romani per la restituzione ai legittimi gestori dello spazio sociale e culturale sgomberato il 19 marzo scorso”.

fare-dida-eidon-20intervento-medici-EIDON-angelo-mai_136162-1-1024x682Questo appello per esprimere solidarietà all’Angelo Mai affinché questa esperienza artistica e sociale riconosciuta e apprezzata anche in ambiti internazionali, possa ripartire immediatamente negli spazi già assegnati e fatti vivere da tempo da giovani artisti. Ora questa bellissima e ricca attività è ferma perché i locali di proprietà comunale sono sotto sequestro giudiziario.

Sappiamo quanto sia complesso e in alcuni casi molto difficile amministrare una città come Roma, densa di storia eppure bisognosa di contemporaneità, una metropoli tanto evoluta quanto disordinata. Ma sappiamo anche che solo affrontandone i cambiamenti e le contraddizioni diventa possibile trovare quelle piccole e grandi soluzioni necessarie alla sua tenuta civile e sociale. (leggi tutto)


Sembrava uno zaino

Poliziotto-calpesta-ragazza-a-terra1Il poliziotto in borghese si era confuso: mi sembrava uno zaino, ha detto della ragazza che ha calpestato mentre lei era a terra. E’ vero che ormai di zaini ce n’è di tutti i tipi: a forma di tartaruga, di orsetto, di Spiderman… Ecco un suggerimento per le industrie cinesi i cui operai vengono spremuti per la gioia dei consumatori occidentali: uno zaino a forma di ragazza, precaria e manifestante. E chissà che i colleghi in divisa del poliziotto in borghese, che un altro video cattura (solo visivamente) mentre in due o tre manganellano un uomo, anche lui a terra e con le mani a proteggersi la faccia, non si siano a loro volta confusi. Che diranno? Che hanno scambiato il poveretto per un quarto di manzo da ammorbidire prima di farne bistecche? Macellai, sì, ma professionali.
(leggi tutto)


FIOM, una comunità

di Loris Campetti

13desk2f01-biagianti-rimini-congresso-fiom-copia-704x400Lo smembramento delle comunità è l’aspetto più appariscente della crisi delle sinistre. Sul versante della politica e su quello sociale, la rottamazione dei valori e il disfacimento delle appartenenze ha portato alla sostituzione del “noi” con l’”io”. Non rappresenta una controtendenza il fatto che, spesso, le meteoriti prodotte dall’esplosione delle forme organizzate del passato tentino settariamente di compattarsi esaltando valori identitari esclusivi imbottiti di sostantivi simbolici, svuotati di sostanza come calamite ormai incapaci di attrazione. A destra, invece, l’appartenenza identitaria si rafforza e degenera, completamente liberata dai valori fondamentali e per una stagione condivisi: senza la solidarietà rispuntano egoismi rivendicati, odi etnici, piccole patrie. (leggi tutto)


I soldi di tutti

di Sandro Medici

RomL’antico quotidiano romano Il Tempo titola oggi in prima pagina: “130 milioni in nove anni. Ecco quanto ci costano i nomadi”. Siamo alle solite: quando non si sa con chi prendersela, i Rom vanno sempre bene.

Ma su alcuni aspetti “economici”, il Tempo non ha tutti i torti dal momento che a leggere l’articolo si scopre quello che molte persone ragionevoli sostengono da anni. E cioè che per 7877 persone (tanti sono i Rom a Roma) spendere in nove anni la cifra pazzesca di 130 milioni è incredibile. (leggi tutto)


Casa senza Piano

di Sandro Medici

10003919_764838636868019_5276825911340131039_nNel nostro continente la quota di edilizia pubblica sul totale delle volumetrie residenziali è al 16%. L’Italia si attesta su un penoso 4%, un dato che la relega all’ultimo posto nella classifica dei paesi dell’Unione. Basterebbe questa scarna valutazione statistica per spiegare la ragione che ci spinge (ci obbliga, ci costringe) a scendere in piazza sabato prossimo a Roma. (leggi tutto)


“Riaprite l’Angelo Mai, Roma ne ha bisogno”

di Alexis Tsipras

Alexis Tsipras, candidato alla presidenza della Commissione Europea.

Alexis Tsipras, candidato alla presidenza della Commissione Europea.

“Esperienze come quelle dell’Angelo Mai a Roma, felicemente diffuse in tutte le città d’Europa, rappresentano la migliore risposta sociale e culturale che oggi si possa dare a questa crisi economica, tanto opprimente quanto deprivante; ed è proprio per questa ragione che ritengo insensata e sconcertante l’accusa di associazione per delinquere che la magistratura romana rivolge alla comunità che anima e gestisce questo centro di produzione culturale indipendente”. Questo il commento di Alexis Tsipras, leader della Sinistra europea e candidato alla presidenza della Commissione europea, dopo lo sgombero e la perdurante chiusura dell’Angelo Mai. (leggi tutto)


Attenti, voterete sul TTPI

di Ignacio Ramonet

RamonetDemKM0300x199Tra due mesi, dal 22 al 25 maggio, gli elettori di tutta l’Unione europea andranno alle urne per eleggere i loro rappresentanti al Parlamento europeo. E’ importante che questa volta, al momento di deporre la loro scheda, essi sappiano chiaramente quali sono le poste in gioco. Per motivi legati sia alla storia che alla psicologia, in alcuni paesi (Spagna, Portogallo, Grecia, ecc.), molti cittadini – troppo felici di essere finalmente considerati “europei” – si sono raramente presi la pena di leggere i programmi. Hanno letteralmente votato alla cieca. Questa volta però la brutalità della crisi e le crudeli politiche di austerità attuate dall’Unione europea (Ue) hanno loro aperto gli occhi. Ormai sanno che è soprattutto a Bruxelles che si decide il loro destino. (leggi tutto)


Mi presento. Mi chiamo Medici, Sandro Medici.

Sandro Medici, candidato circoscrizione del centro Italia nella Lista “Un’altra Europa con Tsipras".

Sandro Medici, candidato circoscrizione del centro Italia nella Lista “Un’altra Europa con Tsipras”.

Sono candidato alle elezioni europee nella Lista “Un’altra Europa con Tsipras”, e siccome sono romano e ho sempre vissuto a Roma, potrete trovarmi nella scheda della circoscrizione del centro Italia.

Lo scorso anno mi sono candidato a sindaco di Roma per la lista di Repubblica Romana, con la quale non abbiamo avuto il riscontro elettorale che speravamo. La gran parte degli elettori ha preferito votare Ignazio Marino, anche se sono in moltissimi oggi a essersene pentiti. Ciò nonostante, e senza un soldo per la campagna elettorale, ventottomila cittadine e cittadini hanno tracciato una croce sul mio nome.

Tengo molto alla mia città e sono convinto che non possa crescere nulla in Europa se non si allarga lo sguardo e al tempo stesso non si hanno ben piantate le proprie radici.  (leggi tutto)


 

Tsipras? Mai sentito

di Pierluigi Sullo

sondaggi_bussola_SulloIl telegiornale di Sky, Sky tg 24, ha un suo stile americano di plastica che per certi versi è confortante, considerata la faziosità e approssimazione di pressoché tutti i concorrenti, anche se questo stile produce danni collaterali drammatici, se non fossero comici, per cui è capitato che una conduttrice abbia citato l’”Italsàider” di Bagnoli (la stessa ragione per la quale un americano dice “Caràibi” invece di “Caribe”) e che un’altra abbia parlato delle isole delle “Molucce” invece che delle Molucche (il “ch” in inglese si pronuncia così). Ma insomma, ci stiamo abituando a tutto.  (leggi tutto)